binge-drinking-5400594-jpg

Nel 2001 durante la Conferenza Ministeriale Europea dell’OMS su Giovani e alcol, è stata adottata una dichiarazione ufficiale con lo scopo di proteggere i bambini e i giovani dal consumo di alcol e di ridurre il danno causato da tale sostanza.

Se l’alcol è una sostanza dannosa in generale, lo è ancor di più per i giovani fino all’età di 20 anni circa, perchè il corpo umano non possiede ancora gli enzimi destinati alla sua metabolizzazione. Le bevande alcoliche risultano così molto più nocive per un giovane rispetto ad un adulto, perchè l’etanolo non può essere scomposto in sostanze più tollerabili, rendendo maggiormente probabili il coma etilico e situazioni piuttosto critiche dal punto di vista della salute.

Come è risaputo, l’uso di alcol in Italia è da sempre considerato parte integrante dell’alimentazione e della vita sociale, tuttavia la globalizzazione dei modelli di consumo alcolico ha portato all’ingresso di abitudini proprie dei paesi anglosassoni, che hanno coinvolto soprattutto la popolazione giovanile, come il “Binge drinking”.

Il Binge Drinking, o letteralmente “abbuffata alcolica”, è l’ubriacatura immediata, accompagnata dalla perdita di controllo. Consiste nell’assunzione di 5 o più bevande alcoliche in successione per gli uomini e di 4 o più bevande alcoliche in successione per le donne. La fascia d’età maggiormente coinvolta è quella che va dai 15 ai 24 anni, ed è fenomeno molto comune tra i maschi, specialmente durante l’adolescenza ed in prossimità della maturità.

Gli episodi di queste abbuffate alcoliche sono contraddistinti da consumo eccessivo e assunzione troppo rapida di alcol, bere fino a sentirsi male e ad ubriacarsi, specialmente in compagnia e/o rispetto ad un qualche evento.

I rischi che il Binge Drinking può portare sono i medesimi di tutte le sostanze che provocano dipendenza. Il primo è senza dubbio la guida in stato d’ebbrezza, pericolo per gli altri, oltre che per il bevitore. A lungo termine invece si possono avere problemi sulla salute psicofisica, come il peggioramento delle prestazioni scolastiche e/o lavorative, l’introduzione all’uso di droghe e attività sessuali non pianificate, con il rischio, quindi, anche di contrarre malattie sessualmente trasmissibili. Le bevute hanno inoltre influenza sull’umore, che può oscillare tra l’euforia e l’abbattimento morale, fino alla depressione. Si possono presentare anche problemi di concentrazione e della memoria, con conseguenze pesanti nella vita di tutti i giorni; le amicizie, i rapporti affettivi e le dinamiche familiari rischiano di venir sconvolte.

Be Sociable, Share!

Lascia un Commento

Devi aver fatto il login per inviare un commento

Cerca
Ultimi aggiornamenti
Contatti

Consultorio Giovani Feltre

Orari:
Accesso libero il giovedì dalle 14.00 alle 16.00

Indirizzo:
Viale G. Marconi, 7 Feltre - tel. 0439 883170

Per informazioni
nuvoleinviaggio@consultoriogiovanifeltre.net

Visite
Visite odierne: 288
Visitie totali: 59012
Blogroll