selfie-di-gruppo

Gli adolescenti di oggi sono spesso chiamati “nativi digitali”, perchè sono nati quando internet era già diffuso e parte integrante del loro mondo. Sono abili nell’usare i social network, ma non sempre sanno tener conto delle conseguenze delle loro azioni. Per esempio, se in modo spavaldo pubblicano nel loro profilo una foto in stato di ebbrezza, non pensano che tra qualche anno un futuro datore di lavoro oltre a consultare il  cv darà una sbirciatina al loro profilo e saranno pertanto svantaggiati dall’aver pubblicato foto compromettenti.

I nativi digitali sono spavaldi, perchè alla ricerca di sensazioni e  accettazione (la famosa “web reputation”) possono esporsi a rischi che pagheranno nel tempo con gli interessi, come in questo esempio. Allo stesso tempo sono fragili, perchè soffrono e stanno male se i loro post ricevono pochi “mi piace” o non vengono condivisi.

Il compito dei genitori e degli adulti di riferimento (insegnanti, animatori, allenatori) è quello di aiutarli a utilizzare in modo consapevole internet e il cellulare, ponendo dei paletti quando serve. Per esempio, l’età minima di accesso a facebook è di 13 anni ed è opportuno farla rispettare ai ragazzi. Per gestire un profilo nella rete, è necessario un certo livello di maturità, sia per tener conto delle conseguenze delle proprie azioni, ma anche per sapersi difendere da eventuali adescatori.

 

Be Sociable, Share!

Lascia un Commento

Devi aver fatto il login per inviare un commento

Cerca
Ultimi aggiornamenti
Contatti

Consultorio Giovani Feltre

Orari:
Accesso libero il giovedì dalle 14.00 alle 16.00

Indirizzo:
Viale G. Marconi, 7 Feltre - tel. 0439 883170

Per informazioni
nuvoleinviaggio@consultoriogiovanifeltre.net

Visite
Visite odierne: 174
Visitie totali: 58020
Blogroll