Archivi per la categoria ‘Cosa fare se … alcuni consigli utili’

Salve ragazze e ragazzi! Come avevamo accennato in un precedente articolo, eccoci di nuovo a chiarire i vostri eventuali dubbi sulla visita ginecologica, con alcune informazioni di come prepararsi alla visita.

Per ottenere una visita ginecologica corretta è necessario distendersi su un lettino e appoggiare le gambe in modo che queste si divarichino e favoriscano al ginecologo la visualizzazione dei genitali esterni. Questa posizione rilassa i muscoli addominali  e permette al ginecologo di percepire con la mano, dall’interno, l’utero e le ovaie. 

E’ un’esperienza che ti aiuta a conoscere meglio il tuo corpo anche attraverso l’esame delle mammelle.

 COME TI PUOI PREPARARE ALLA VISITA

Sarebbe utile che quando vieni alla visita tu non abbia il ciclo mestruale. Però bisogna sempre ricordarsi il primo giorno del ciclo. Puoi scrivere una lista di tutte le domande e di tutti i dubbi che in quel momento hai.

 CHE COSA TI CHIEDERA’ IL GINECOLOGO

  • Quando hai avuto l’ultimo ciclo (ricordati sempre di dire il primo giorno di inizio)
  • Hai cicli regolari? (cioè almeno una volta al mese, non necessariamente lo stesso giorno di ogni mese)
  • Come è la quantità di sangue mestruale e la durata del ciclo?
  • Il ciclo mestruale è doloroso?
  • Provi la sensazione di dolore quando hai rapporti sessuali?
  • Hai prurito vaginale  (interno)o vulvare (esterno) o perdite vaginali maleodoranti?
  • Pensi di aspettare un bambino?
  • Che metodi usi per prevenire le malattie sessualmente trasmissibili?

 

 

 

 

Lo sapevate che il piercing oggi sta diventando una moda epidemica tra gli adolescenti e non solo! L’effetto moda è certamente importante: il che però, se ci pensate bene, contraddice l’idea assai diffusa che il piercing sia un segno di distinzione. Molti lo fanno per motivi estetici, altri lo vivono come un rito di iniziazione, tante coppie lo esibiscono come segno di appartenenza reciproca. Infine, molti lo praticano perché sedotti dall’idea che, se fatto in certe parti del corpo, come i capezzoli o i genitali, possa aumentare il piacere: una teoria su cui non c’è alcuna evidenza documentata. Qualsiasi tipo di piercing può esporre a pericoli anche gravi per la salute, se nell’eseguirlo non si rispettano alcune regole di igiene e asepsi essenziali

CONSIGLI PRATICI

– Evitate a tutti i costi il “fai da te” fra amici e adolescenti
– Affidatevi a piercer competenti e attenti all’igiene: fondamentale l’uso di aghi e guanti sterilizzati o, meglio ancora, monouso
– Evitate le parti del corpo più delicate, come la lingua, i capezzoli e i genitali, i cui danni anatomici e neurologici possono causare dolore cronico e disfunzioni sessuali
– Ricordate che il piercing migliore è sempre quello perpendicolare al tessuto in cui è inserito, per esempio il lobo dell’orecchio: altrimenti rischia di ulcerarlo
– non rinunciate mai a ragionare con la propria testa. Informatevi meglio, anche da altre fonti, sui rischi del peircing praticato in alcune parti delicate del corpo.

 

Cerca
Ultimi aggiornamenti
Contatti

Consultorio Giovani Feltre

Orari:
Accesso libero il giovedì dalle 14.00 alle 16.00

Indirizzo:
Viale G. Marconi, 7 Feltre - tel. 0439 883170

Per informazioni
nuvoleinviaggio@consultoriogiovanifeltre.net

Visite
Visite odierne: 35
Visitie totali: 54963
Blogroll