Archivi per la categoria ‘Sicurezza stradale’

Per il conseguimento del certificato di idoneità alla guida di ciclomotori  i giovani che frequentano istituzioni statali e non statali di istruzione secondaria possono partecipare ai corsi organizzati gratuitamente all’interno della scuola.

Le istituzioni scolastiche possono stipulare, anche sulla base di intese sottoscritte dalle province e dai competenti uffici del Dipartimento per i trasporti terrestri, apposite convenzioni a titolo gratuito con comuni, autoscuole, istituzioni ed associazioni pubbliche e private impegnate in attività collegate alla circolazione stradale.

I corsi sono tenuti prevalentemente da personale insegnante delle autoscuole. La prova di verifica dei corsi organizzati in ambito scolastico è espletata da un funzionario esaminatore del Dipartimento per i trasporti e dall’operatore responsabile della gestione dei corsi.

Per la copertura dei costi di organizzazione dei corsi al Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca sono assegnati i proventi delle sanzioni amministrative pecuniarie.

Il Ministro dei trasporti, sentito il Ministro dell’istruzione, stabilisce, con proprio decreto, da adottarsi entro novanta giorni, a partire dal 13 agosto 2010, data di entrata in vigore della legge n. 120 del 2010, le direttive, le modalità, i programmi dei corsi e delle relative prove, sulla base della normativa comunitaria.

 

È vietato guidare dopo aver assunto bevande alcoliche e sotto l’influenza di queste per i conducenti di età inferiore a ventuno anni e i conducenti nei primi tre anni dal conseguimento della patente di guida di categoria B;

Il conducente di età inferiore a diciotto anni, per il quale sia stato accertato un valore corrispondente ad un tasso alcolemico superiore a 0 (zero) e non superiore a 0,5 grammi per litro (g/l), non può conseguire la patente di guida di categoria B prima del compimento del diciannovesimo anno di età.

Il conducente di età inferiore a diciotto anni, per il quale sia stato accertato un valore corrispondente ad un tasso alcolemico superiore a 0,5 grammi per litro (g/l), non può conseguire la patente di guida di categoria B prima del compimento del ventunesimo anno di età.

Per i conducenti coinvolti in incidenti stradali e sottoposti alle cure mediche, l’accertamento del tasso alcolemico viene effettuato, su richiesta degli organi di Polizia stradale, da parte delle strutture sanitarie di base o di quelle accreditate o comunque a tali fini equiparate.

Le strutture sanitarie rilasciano agli organi di Polizia stradale la relativa certificazione, estesa alla prognosi delle lesioni accertate, assicurando il rispetto della riservatezza dei dati in base alle vigenti disposizioni di legge.

Copia della certificazione deve essere tempestivamente trasmessa, a cura dell’organo di polizia che ha proceduto agli accertamenti, al prefetto del luogo della commessa violazione per gli eventuali provvedimenti di competenza.

motoÈ previsto un generale inasprimento sanzionatorio per chiunque fabbrica, produce, pone in commercio o vende ciclomotori che sviluppino una velocità superiore a quella attualmente prevista  e per chi effettua sui ciclomotori modifiche idonee ad aumentarne la velocità.

Aumento delle  sanzioni anche per chi circola con un ciclomotore munito di una targa i cui dati non siano chiaramente visibili.

Uso del casco protettivo

È obbligatorio  per conducenti e gli eventuali passeggeri di ciclomotori e motoveicoli indossare e tenere regolarmente allacciato un casco protettivo conforme ai tipi omologati, in conformità con i regolamenti emanati dall’Ufficio europeo per le Nazioni Unite – Commissione economica per l’Europa e con la normativa comunitaria.

Circolazione delle biciclette

Chi circola in bicicletta fuori dai centri abitati da mezz’ora dopo il tramonto del sole a mezz’ora prima del suo sorgere e chi circola  nelle gallerie ha l’obbligo di indossare il giubbotto o le bretelle retroriflettenti ad alta visibilità.    bicicletta

Pubblichiamo una serie di articoli con informazioni tratte dal sito della Presidenza del Consiglio dei Ministri rispetto alle nuove regole del codice stradale per i giovani.

( www.governo.it)

Guida assistita per i diciassettenni

Ai minori che hanno compiuto diciassette anni e che hanno la patente A è consentita per esercitazione, dietro apposita autorizzazione del Dipartimento per i trasporti, la guida di autoveicoli non superiore a 3,5 t, purché accompagnati da una persona che abbia la patente  B o superiore da almeno dieci anni.

Il minore può procedere alla guida solo dopo aver effettuato almeno dieci ore di corso pratico di guida, delle quali almeno quattro in autostrada o su strade extraurbane e due in condizione di visione notturna, presso un’autoscuola con istruttore abilitato e autorizzato.

Sul veicolo può prendere posto, oltre al conducente, solo l’accompagnatore.

Il veicolo deve essere munito del contrassegno “GA“. Se  il minore commette gravi violazioni, il foglio rosa è ritirato e deve aspettare di compiere 18 anni per prenderne un altro.

Ai titolari di patente di guida di categoria B, per il primo anno dal rilascio non è consentita la guida di autoveicoli aventi una potenza specifica, riferita alla tara, superiore a 55 kW/t.

 

 

 

Gli spostamenti fanno parte della vita dell’uomo.

Ciascuno di noi dedica molto tempo agli spostamenti: da casa a scuola, al lavoro, al ritrovo con gli amici, in discoteca e così via.cartelli stradali 2
  
E’ anche bello viaggiare senza meta, a piedi, in bicicletta, in motorino o in auto, per il solo piacere di uscire, guardarsi intorno, aprirsi a nuove esperienze…
 
  Come ci si sposta?

A piedi, in bici, in motorino o in auto: ci sono però delle regole da rispettare per salvaguardare sicurezza e incolumità per sé e gli altri.         Lo sapevi che gli incidenti stradali provocano in Italia ogni anno più di seimila morti?    E  sapevi anche che gli incidenti stradali sono la prima causa di morte per i giovani al di sotto dei 26 anni?
Vieni a leggere le cause più frequenti di incidente.

 Spostarsi a Piedi

Il semaforo, gli attraversamenti pedonali, i percorsi pedonali. Lo sapevi che circa il 30% delle vittime della strada sono “utenti deboli”, cioè pedoni e ciclisti?
Occorre dunque sapersi difendere dagli errori degli altri.

Spostarsi in Bici

Io…col caschetto? La mia bici: freni, luci da strada: semafori, attraversamenti, piste ciclacibili qualche regola.
lo sapevi che esistono regole precise anche per le biciclette e che, molte volte, anche i ciclisti sono indisciplinati e possono provocare gravi danni a sé e agli altri?

Spostarsi in Motorino o in moto

Io… col casco! La mia moto: freni, luci,
pneumatici
Attenzione alla velocità, ai segnali, ai diritti degli altri.

Spostarsi in Auto

Io in auto: airbag e cinture allacciate; i seggiolini di sicurezza per i più piccoli.
Io, la mia auto, la strada e gli altri.
Lo sapevi che l’efficacia dell’airbag è legata all’uso della cintura? E che un bimbo piccolo non ben fermato, in caso di incidente, subisce danni assai più gravi di un adulto?

Cerca
Ultimi aggiornamenti
Contatti

Consultorio Giovani Feltre

Orari:
Accesso libero il giovedì dalle 14.00 alle 16.00

Indirizzo:
Viale G. Marconi, 7 Feltre - tel. 0439 883170

Per informazioni
nuvoleinviaggio@consultoriogiovanifeltre.net

Visite
Visite odierne: 114
Visitie totali: 45385
Blogroll