LA PILLOLA

contraccezione

La pillola contiene due ormoni di sintesi (estrogeni e progestinici) sotto forma di compresse.

Come agisce:

  • blocca l’ovulazione
  • modifica la consistenza del muco prodotto all’interno del canale cervicale (che dà accesso all’utero) rendendolo impenetrabile agli spermatozoi;
  • modifica la mucosa dell’utero rendendola inadatta a una gravidanza.

Come si usa:

  • Deve essere presa tutti i giorni, per 21 o 28 giorni in base alla tipologia di pillola
  • E’ preferibile assumerla la sera o la mattina sempre nello stesso momento della giornata. Se la scatola è formata da 21 pillole, l’assunzione si interrompe poi per 7 giorni, e questo provoca un sanguinamento simile alle mestruazioni. Qualunque sia la durata del sanguinamento, dopo 7 giorni di interruzione si deve ricominciare l’assunzione della pillola. La pillola è efficace dal primo giorno, a condizione che sia  assunta quotidianamente e regolarmente.
  • La pillola viene venduta su prescrizione medica in farmacia  in confezioni «calendario», che aiutano la donna a controllare l’assunzione quotidiana.

 Se ci si dimentica di prendere la pillola:

è necessario che la pillola dimenticata venga assunta entro le 12 ore successive per garantire comunque l’efficacia contraccettiva. Se la dimenticanza è superiore c’è rischio di ovulazione e quindi di gravidanza. In questo caso è comunque preferibile assumere la pillola fino a consumare tutta la confezione utilizzando, in aggiunta, un altro metodo contraccettivo (profilattico).

  • Se nelle 4 ore successive all’assunzione della pillola si ha vomito o diarrea è necessario assumere un’altra pillola da un’altra confezione.
  • Alcuni farmaci assunti contemporaneamente alla pillola ne riducono l’effetto contraccettivo; tra questi vi sono alcuni antibiotici, antiepilettici, alcuni sedativi ed antidolorifici. Per maggiori informazioni è bene rivolgersi al proprio medico;
  • in previsione di un intervento chirurgico è necessario avvertire il medico dell’uso di questo contraccettivo.

Quando non si può usare:

  •  sospetto di gravidanza;
  •  malattie dell’apparato cardiocircolatorio (pressione alta, trombosi, embolie, flebiti);

È consigliabile inoltre non fumare.

Indicazioni:

  • eseguire un controllo ginecologico periodico.
  • non protegge dalle malattie sessualmente trasmessibili

 

ANELLO VAGINALE

anello vaginale

Contiene due ormoni di sintesi contenuti in un anello di materiale biocompatibile.

Come agisce:

come la pillola , i due ormoni vengono rilasciari gradualmente dall’anello posto in vagina e assorbiti dalla mucosa vaginale.

 

 

Come si usa:

  • l’anello va inserito in vagina dalla donna
  • va rimosso dopo 21 giorni
  • segue una settimana di pausa senza anello in cui compariranno le mestruazioni
  • la settimana seguente dovrà essere reinserito un nuovo anello
  • nel caso venga tolto va lavato con acqua tiepida e reiserito

Vantaggi

  • risente meno del rischio di dimenticanze o ritardi di assunzione
  • risente meno delle variazioni di assorbimento intestinale come nel caso di vomito e diarrea

Quando non si può usare:

  • sospetto di gravidanza;
  • malattie dell’apparato cardiocircolatorio (pressione alta, trombosi, embolie, flebiti);

È consigliabile inoltre non fumare.

Indicazioni:

  • eseguire un controllo ginecologico periodico.
  • non protegge dalle malattie sessualmente trasmessibili

CEROTTO TRANSDERMICO

cerotto

Contiene due ormoni di sintesi sotto forma di cerotto.

Come agisce: come la pillola, ma gli ormoni contenuti vengono rilasciati gradualmente e assorbiti attraverso la pelle.

            Come si usa:

  • si utilizzano tre cerotti al mese, con cambio settimanale: ogni volta che si applica un cerotto nuovo, per evitare l’irritazione della cute, bisogna cambiare posizione.
  • il primo cerotto si applica il primo giorno del ciclo (es.lunedì), si applica il secondo cerotto la seconda settimana lo stesso giorno (es.lunedì), si applica il terzo cerotto la terza settimana lo stesso giorno (es.lunedì) e la quarta settimana si fa una pausa di 7 giorni senza cerotto nel corso della quale inizieranno le mestruazioni.
  • si indossa un solo cerotto alla volta.
  • quando si applica il cerotto la cute deve essere pulita, asciutta, non usare creme, oli o talchi e la zona dove deve essere posizionato non deve presentare microlesioni.
  • può essere collocato sui glutei, sul braccio e sulla spalla, sulla parte bassa dell’addome, tranne che sul seno.Quando non si può usare:
    • sospetto di gravidanza;
    • malattie dell’apparato cardiocircolatorio (pressione alta, trombosi, embolie, flebiti);

    È consigliabile inoltre non fumare.

             Indicazioni:

  • eseguire un controllo ginecologico periodico.
  • non protegge dalle malattie sessualmente trasmessibili

CONTRACCETTIVO ORMONALE SOTTOCUTANEO

dispositivo sottocutaneoE’ un contraccettivo che contiene un  solo ormone , il progesterone,in un piccolo ‘bastoncino’ di due millimetri di diametro e 4 cm di lunghezza.

Come si usa:

  • viene impiantato dal ginecologo sotto la cute del braccio della paziente, dove resta posizionato per 3 anni
  • qualora si decidesse di interrompere il trattamento basterà farsi rimuovere l’impianto, che è un piccolo ‘bastoncino’ di due millimetri di diametro e 4 cm di lunghezza.
  • il dispositivo può essere rimosso in qualsiasi momento con un’anestesia locale e senza lasciare alcuna cicatrice.

Vantaggi

può essere impiantato anche nelle donne che presentano controindicazioni o intolleranze agli estrogeni

Indicazioni:

  • eseguire un controllo ginecologico periodico.
  • non protegge dalle malattie sessualmente trasmessibili

 

LA  SPIRALE

spirale2

È un piccolo oggetto in plastica, lungo 3-5 cm., di varie dimensioni, forme e materiali che viene inserito dal ginecologo all’interno dell’utero attraverso il canale cervicale.

Come agisce:

  • La spirale rende difficile la sopravvivenza degli spermatozoi e impedisce l’annidamento dell’ovocita fecondato sulla parete dell’utero.

Come si usa:

  • L’inserimento è effettuato dal ginecologo durante il flusso mestruale.
  • L’effetto contraccettivo della spirale in sede varia dai 3 ai 5 anni
  • È necessario, comunque, un periodico controllo annuale del ginecologo

Controindicazioni:

  • La spirale è  in genere sconsigliata alle donne giovani perchè potrebbe compromettere la futura fertilità.
  • Non protegge dalle malattie sessualmente trasmissibili.

 

METODI DI BARRIERA

PRESERVATIVO O CONDOM

profilattico

È una sottilissima guaina di gomma che avvolge completamente il pene in erezione evitando il contatto diretto con l’apparato genitale della donna.

Come si usa:

  • Deve essere messo sul pene in erezione prima di qualsiasi contatto con l’apparato genitale della donna e non al momento dell’eiaculazione in quanto l’uomo, già all’inizio dell’erezione, può emettere alcune gocce di secrezione che potrebbero contenere degli spermatozoi.
  • L’uomo deve ritirare il pene dalla vagina prima che l’erezione cessi, per evitare che lo sperma refluisca fuori dal preservativo.
  • Si raccomanda di tenere il preservativo tra le dita durante la retrazione del pene dalla vagina per evitare che si sfili all’interno di questa e/o per evitare la fuoriuscita di liquido seminale.
  • Ogni preservativo può essere utilizzato una sola volta.
  • Ne esistono di differenti tipi in grado quindi di soddisfare ogni esigenza; alcuni hanno un piccolo serbatoio per raccogliere lo sperma all’estremità, cosa che assicura una maggiore sicurezza. Se tale serbatoio manca bisogna lasciare un po’ di spazio tra l’estremità del pene e quella del preservativo.

Vantaggi:

  • comodità d’uso.
  • facilmente acquistabile
  • protegge dalle malattie a trasmissione sessuale

 

PROFILATTICO FEMMINILE

Cos’è: Il preservativo femminile (FC–female condom) è una morbida e resistente guaina trasparente di poliuretano o nitrile , lunga 17 centimetri,con un anello flessibile su entrambe le estremità, trasparente protegge sia da gravidanze indesiderate che dalle malattie a trasmissione sessuale

Come usarlo:

  •  si inserisce nella vagina prima di un rapporto sessuale, esso forma una barriera tra il pene e la vagina, la cervice e i genitali esterni.
  • è refrattario al virus HIV ed a tutte le malattie sessualmente trasmissibili
  • può essere inserito alcune ora prima del rapporto
  • Il Femidom si utilizza una sola volta
  • dopo i preliminari, l’anello esterno può scivolare leggermente all’interno della vagina per non essere visibile e non ostacolare le stimolazioni manuali
  • su ciascuna confezione sono riportate le istruzioni per l’uso
  • Si consiglia di lubrificarlo abbondantemente: c’è la possibilità di lubrificare sia con lubrificanti a base d’acqua che a base grassa
  • non è necessario rimuoverlo subito dopo il rapporto
  • Per rimuovere il Femidom, l’anello esterno dovrà essere mantenuto stretto e girato su se stesso per evitare la fuoriuscita dello sperma
  • Non va usato contemporaneamente al condom: ci può essere il rischio di rottura

Ricorda: all’inizio e prima di utilizzare il Femidom in un rapporto è meglio fare delle prove per prendere confidenza e imparare bene come indossarlo e come posizionarlo.

prof femminile

Vantaggi: prima di tutto il Femidom è un’opzione in più per le donne che vogliono gestire in prima persona la propria sessualità e la propria protezione.
Il Femidom ti consente di non chiedere all’uomo di indossare il profilattico e quindi sei tu a decidere di usare le protezioni senza dover dipendere dal tuo patner
Per motivi biologici, socioeconomici o culturali, le donne sono da 3 a 8 volte più vulnerabili degli uomini all’HIV.

Senza bisogno di indossarlo subito prima di un rapporto, si può posizionarlo molto prima e dimenticarlo e ciò può favorire la spontaneità.
Il Femidom è refrattario al virus HIV ed a tutte le malattie sessualmente trasmissibili.

Per tutti, il preservativo femminile evita le allergie in quanto ipoallergenico.

 

DIAFRAMMA

È una cupola di gomma, fissata su un anello flessibile

Come agisce:

  • la donna  lo colloca sul fondo della vagina in modo tale da ricoprire  il collo dell’utero  impedendo agli spermatozoi di penetrarvi.

Come si usa:

  • Il diaframma deve essere utilizzato con un prodotto spermicida, da spalmare sui bordi e sul fondo. Se non si usa lo spermicida la sua efficacia diminuisce notevolmente. Può essere messo in vagina in qualsiasi momento, ma è necessario aggiungere un po’ di prodotto spermicida prima di ogni rapporto sessuale, anche senza togliere il diaframma.
  • Deve essere tenuto in vagina per almeno 6 ore dopo il rapporto, così che lo spermicida possa avere effetto sugli spermatozoi.
  • Per non ridurre l’efficacia dello spermicida è bene evitare di fare lavande durante queste 6 ore.
  • Il ginecologo o l’ostetrica prescrivono il diaframma dopo una visita ginecologica, poiché questo strumento deve adattarsi perfettamente alla donna che lo utilizza e deve essere, quindi, della misura esatta. La misura di ciascuna donna si modifica dopo una gravidanza o una variazione di peso consistente (5 kg. o più). Non è difficile imparare a mettere il diaframma nel modo giusto: sarà il medico o l’ostetrica che insegnerà come inserirlo, come toglierlo e come mettere lo spermicida. La sicurezza nell’uso del diaframma dipende dall’addestramento della donna.
  •  Dopo l’uso il diaframma deve essere lavato con acqua e sapone neutro, asciugato con cura e riposto in una scatola rigida.
  •  È importante che la donna controlli periodicamente il diaframma controluce, per assicurarsi che la gomma non sia più sottile in alcuni punti o bucata.

Inconvenienti

  • Bisogna pensare ad inserirlo prima del rapporto sessuale;
  • E’ controindicato in presenza di infiammazioni vaginali, l’uso del diaframma deve essere sospeso fino alla guarigione
  • Non protegge dalle malattie sessualmente trasmissibili

Vantaggi

  • È un mezzo puramente meccanico che non interferisce con le normali funzioni dell’apparato riproduttivo
  • Può essere inserito alcune ore prima del rapporto e quindi non interferisce sul suo svolgimento
  • La sua presenza non viene percepita né dall’uomo né dalla donna durante il rapporto sessuale.

 

METODI CHIMICI SPERMICIDI 

Gli spermicidi sono sostanze chimiche (confezionate in forma di capsule, ovuli, gelatine, creme)

Come funziona:

Gli spermicidi a contatto con gli spermatozoi, ne provocano la morte.

Come si usano:

  • Devono essere introdotti profondamente in vagina subito prima del rapporto sessuale, perché la loro efficacia è limitata nel tempo.
  • Devono essere utilizzati esclusivamente insieme al preservativo o al diaframma, poiché da soli non danno nessuna sicurezza.

Svantaggi

  •  Hanno un’efficacia molto bassa.
  • Alcuni spermicidi, utilizzati frequentemente possono distruggere la naturale flora batterica vaginale, che è necessaria per prevenire e combattere infiammazioni o infezioni.
  •  Tutti gli spermicidi si conservano per periodi limitati e sono relativamente costosi.
  • Non protegge dalle malattie sessualmente trasmissibili

 

METODI NATURALI

 

I metodi naturali consistono nell’astinenza dai rapporti sessuali durante il periodo fecondo. Ciò che differenzia i diversi metodi sono le modalità con cui vengono individuati i giorni fecondi.

 

METODO OGINO-KNAUS