Quando si parla di sessualità si fa riferimento agli aspetti psicologici, sociali, e culturali del comportamento sessuale umano, mentre col termine “attività sessuale” ci si riferisce più specificatamente alle pratiche sessuali vere e proprie (rapporti sessuali).

Tutte queste componenti vanno a costruire l’identità sessuale.

La sessualità è quindi sempre presente anche quando non si fa del sesso è una dimensione in continuo movimento, ha a che fare con la scoperta del corpo, il piacere, le emozioni, le fantasie con sé e con l’altro.

Il termine “sesso” deriva dal latino “Sexum” cioè “diviso o separato”, il sesso permette di distinguere negli individui appartenenti alla stessa specie il genere maschile o femminile

Oltre alla relazione sessuale fra persone di sesso maschile e femminile, vi sono altre identità sessuali quali:

Bisessualità
Omosessualità
Transessualismo
Una persona è bisessuale quando il suo interesse affettivo e sessuale viene indirizzato stabilmente sia verso individui del proprio sesso che di quello opposto.
L’omosessualità implica una preferenza sessuale predominante e persistente per persone dello stesso sesso ed un’assenza o debolezza di eccitazioni nei riguardi del sesso opposto.  

Vi possono essere, specie in adolescenza, delle fasi passeggere nelle quali si possono verificare delle attrazioni sessuali fra persone dello stesso sesso che non comportano una vera e propria condizione futura, nella vita adulta, di omosessualità. 

Altre volte invece, possono nascere delle fantasie/attrazioni erotiche rivolte a persone dello stesso sesso che persistendo nel tempo si stabilizzano in un orientamento sessuale omosessuale. 

Il transessualismo è il passaggio più o meno completo sul piano fisico da un corpo appartenente ad un genere (solitamente maschile),  non accettato, al corpo appartenente all’altro genere (solitamente femminile) desiderato. Si effettua, per scelta personale, attraverso una serie complessa d’interventi medici e chirurgici.

In questi casi il Sé psicologico percepito della persona, come maschile o femminile, non corrisponde al sesso geneticamente determinato.

Condividi con i tuoi amici...
  • Twitter
  • Facebook
  • email
  • Delicious
  • Google Reader
  • Myspace