Articoli marcati con tag ‘amore’

regole_rapporto_di_coppia-300x225riflessioni di un sedicenne
Sant’Agostino, noto per aver scritto “Le confessioni” in cui racconta la conversione della sua vita, avvenuta soprattutto grazie alle preghiere  della madre, afferma: ”Ama e fa quello che vuoi”. Se mi guardo attorno noto che molti stanno vivendo alla lettera quanto il Santo ci ha invitato a fare. Ma forse ci stiamo o ci stanno prendendo in giro. Ci dicono che l’amore è bello finché dura, ci dicono che l’amore è bello farlo anche in tre, ci dicono che l’amore è bene farlo con il preservativo, ci dicono che l’amore è una cosa da grandi, ci dicono che…

Più che ascoltare che cosa ci dicono mi soffermo a pensare al significato vero e proprio della parola “amore”. Potrei dire che amore significa Nicoletta e Gianni che sono mia madre e mio padre, che da trent’anni sono ancora dentro a casa mia e dormono nello stesso letto. E’ difficile trovare esempi di tal genere in questo tempo che ti dice che l’amore è bello finché dura e quindi quello stabile e duraturo porta noia. Magari è bello farlo una volta con Carla, una con Francesca, una con Maria e una volta con Claudia.
Magari loro dicono che sei un grande amante, che ci sai fare e quindi è bello cambiare partner senza tanto pensarci. Forse non sanno che a casa mia amare significa Nicoletta e Gianni. Sono stato a “Casa Santa Chiara” dove muoiono giovani e non solo, uccisi da una delle malattie dell’amore, strano perché amore non dovrebbe significare morte, che non è il crepacuore o lo strazio di amare, ma l’AIDS. Forse è proprio dentro quella casa che tante persone vivono l’esperienza più grande dell’amore che è l’essere accolti per quello che sono con la loro storia, con i loro pregi e con i loro difetti e sono accompagnati fino a quel passaggio che non ha ritorno, quello che per la mia fede è il ritorno alla casa del Padre. Stiamo facendo quello che vogliamo, ma non sappiamo ancora che cos’è l’amore, quello vero che riempie l’animo di gioia. Ho provato a dirlo, spero di riuscire a viverlo.
SIMONE, 16 anni (Liceo Galilei di Dolo – Venezia)
Tratto da “Manuale pratico per operatori conduttori di moduli in classe”
a cura di Dr Fabrizio Guaita ULSS 3 Serenissima

Copyright 2011 Regione Veneto

imagesIl tema della sessualità, come già detto negli articoli precedenti, non va separata dal contesto culturale sociale di un determinato popolo. Il mondo in cui viviamo è caratterizzato da un’infinità diverse di valori legati al corpo e ai rapporti sessuali. In questo post approfondiamo alcuni aspetti relativi al continente africano.

Sono molte le differenze sia all’interno degli stessi stati sia fra zone geografiche anche vicine. Il filosofo M.N. Nkemnikia nel libro “Religioni e società” (2007)  collega gli aspetti della sessualità al tema della vita e all’amore. In Africa (parliamo della cultura kikuyu – gruppo etnico dell’Africa centrale)  la sessualità ha due diverse dimensioni, da una parte quella individuale – legata agli aspetti dell’identità e dell’esperienza personale, dall’altra quella comunitaria e sociale. Gravidanze, matrimoni, nuove coppie sono aspetti che riguardano l’intera comunità. I luoghi in cui si può parlare di sessualità sono quelli privati, anche se i segreti nascosti nelle tradizioni profonde non vanno svelati a parole ma sperimentati direttamente da ogni ragazzo quando sarà il tempo. Il rito di iniziazione dei giovani, che inaugura l’ingresso alla vita sessuale, avviene circa a 15 anni: attraverso preghiere, musiche e danze di gruppo si festeggia l’inizio della conoscenza dei vari aspetti della vita sessuale e dei rapporti con il proprio corpo. Infatti questo rito prevede la circoncisione per i ragazzi (o escissione per le ragazze) che rappresenta il primo incontro consapevole con il proprio organo sessuale. E’ fondamentale, comunque, che la verginità sia mantenuta fino al matrimonio. Del tema dell’escissione femminile, approfondiremo nei prossimi post il tema delle mutilazioni genitali femminili.

child-brideL’importanza dell’amore e della cura dei rapporto sessuale non sono considerate in altre zone dell’Africa nelle quali cui le ragazze sono sottomesse e costrette ad avere rapporti sessuali già a 13 – 14 anni. Secondo uno studio condotto dall’AIDOS tra il 1996 e il 2001 il 21,4 % delle ragazze fra 20 e 24 anni ha avuto rapporti prima dei 15 anni (questo dato è andato aumentando nell’ultimo decennio). Esiste poi una tradizione, diffusa soprattutto nell’Africa Sub – Sahariana, che vede protagoniste ragazze tra i 15 e i 19 anni. Molte di loro subiscono relazioni sessuali con uomini più anziani (chiamati sugar daddies) in cambio di soldi, regali, pagamento delle tasse scolastiche. Il rapporto sessuale quindi avviene in giovane età, spesso su costrizione e diventa funzionale per raggiungere uno specifico obiettivo. Gli aspetti emotivi legati alla sessualità non vengono considerati, con drammatiche conseguenze a lungo termine sui ragazzi.

Data l’importanza di tutelare la verginità fino al matrimonio, questi vengono celebrati in giovane età per permettere alle ragazze di avere rapporti sessuali (anche se spesso forzati). L’impossibilità di pretendere l’uso del preservativo e la scarsa conoscenza delle malattie sessualmente trasmesse espone le ragazze a rischi altissimi. Gonorrea, sifilide, AIDS e, d’altra parte, gravidanze indesiderate sono altamente probabili in quete culture in cui non è possibile usare contraccezioni (per sottomissione, ignoranza, impossibilità economica…).

L’Africa è considerato un continente molto ricco di contraddizioni e, in certi stati, la cultura del rispetto e il valore della sessualità come aspetto fondamentale della vita di ogni individuo sembrano un miraggio lontano, ma, garantendo la possibilità di andare a scuola e di accedere facilmente a metodi contraccettivi, qualche cosa potrebbe cambiare.

Ancora una volta vi presentiamo una falsa credenza riguardante il sesso, le “bufale” tratte  dal libretto creato e pensatoSessoSenzaSorprese-294x300 dalla SIGO (Società italiana Ginecologia e Ostetricia) all’interno del progetto di informazione sulla contraccezione“Scegli tu”.

Vediamo quindi un’altra affermazione di senso comune.. se è vera.. oppure no..!!

Alcune volte sentiamo dire che..

“Si può rimanere incinta con un bacio”

Falso!! Non è possibile rimanere incinta con un bacio!!

bufale bacioL’incontro fra spermatozoi e ovulo, necessario perchè vi sia la fecondazione, può avvenire esclusivamente per via vaginale. Nessun rischio di gravidanza quindi con i baci!

Attenzione però durante il petting (insieme di pratiche e coccole di natura sessuale ma che non includono un rapporto sessuale completo) ad evitare il contatto fra sperma e vagina, anche senza penetrazione: in questo caso infatti,  il rischio di gravidanza è molto basso, ma non può essere del tutto escluso.

Per ulteriori informazioni e chiarimenti potete contattarci via mail: nuvoleinviaggio@consultoriogiovanifeltre.net oppure potete trovarci ogni giovedì pomeriggio al Consultorio Giovani di Feltre dalle 14.00 alle 16.00, gratuitamente e senza appuntamento.

 

 

SessoSenzaSorprese-294x300Questa settimana vi presentiamo un’altra falsa credenza riguardante il sesso, riprendiamo le  “bufale” tratte ancora una volta dal libretto creato e pensato dalla SIGO (Società italiana Ginecologia e Ostetricia) all’interno del progetto di informazione sulla contraccezione“Scegli tu”.

Vediamo quindi un’altra affermazione di senso comune.. se è vera.. oppure no..!!

Alcune volte sentiamo dire che..

“Non si può rimanere incinta se il rapporto dura meno di un minuto”

bufale..FALSO! ..è possibile rimanere incinta anche se il rapporto è di breve durata!

Se il rapporto sessuale è molto breve, come può accadere a chi è alle prime esperienze, non si può escludere il rischio di una gravidanza!

Anche nel caso in cui non ci sia l’eiaculazione non è possibile escludere di essere rimaste incinta, perchè, il liquido che fuoriesce prima dell’eiaculazione vera e propria (liquido con funzione lubrificante),  può già contenere spermatozoi, sia pure in quantità minore.

Quindi, la breve durata di un rapporto sessuale, non esclude assolutamente il rischio di una gravidanza, così come il coito interrotto (eiaculazione non all’interno della vagina) non può essere ritenuto un metodo contraccettivo a causa del liquido che fuoriesce prima di essa!

Per qualsiasi informazione, ricordati che ci puoi contattare via mail: nuvoleinviaggio@consultoriogiovanifeltre.net oppure puoi venire in Consultorio Giovani senza appuntamento il giovedì pomeriggio dalle 14.00 alle 16.00.

Vi presentiamo un’altra  “bufala”, ossia una falsa credenza riguardante il sesso, tratta ancora una volta dal libretto creato e pensato dalla SIGO (Società italiana Ginecologia e Ostetricia) all’interno del progetto di informazione sulla contraccezione“Scegli tu”.SessoSenzaSorprese-294x300

Vediamo questa affermazione di senso comune.. se è vera.. oppure no..!!

Vi è mai capitato di sentir dire che..

“Non si può rimanere incinta facendo l’amore in piedi”

Ma sarà vero???

No ragazzi!! Facendo l’amore in piedi è possibile rimanere incinta!

La posizione scelta per fare l’amore non influisce sulla possibilità di rimanere incinta. Si potrebbe credere che facendo l’amore in piedi si impedisca la risalita degli spermatozoi.. ma questo non è assolutamente vero! Gli spermatozoi sono dotati di una specie di codina, detta flagello, che si muove molto velocemente e permette loro di muoversi. Quindi, ragazzi e ragazze, ricordatevi sempre di utilizzare il contraccettivo, qualsiasi sia la posizione che scegliete per fare l’amore, per evitare il rischio di una gravidanza indesiderata!

Se hai dubbi o domande, puoi anche rivolgerti al Consultorio Giovani di Feltre il giovedì pomeriggio dalle 14.00 alle 16-00, oppure contattaci al numero 0439 883170 o via mail: nuvoleinviaggio@consultoriogiovanifeltre.net

Questa settimana vi presentiamo un’altra  “bufala”, ossia una falsa credenza riguardante il sesso, tratta ancora dal libretto creato e pensato dalla SIGO (Società italiana Ginecologia e Ostetricia) all’interno del progetto di informazione sulla contraccezione“Scegli tu”.SessoSenzaSorprese-294x300

Vediamo un’altra affermazione di senso comune.. se è vera.. oppure no..!!

Alcune volte sentiamo dire che..

“La prima volta che facciamo l’amore è impossibile rimanere incinta!”

Ma sarà vero???

NO ragazzi!! Anche la prima volta è possibile rimanere incinta!!

Anche chi fa l’amore per la prima volta, infatti, deve proteggersi dal rischio di gravidanze indesiderate. La strategia migliore è prepararsi per tempo e, quando si decide di iniziare ad avere rapporti sessuali completi, rivolgersi ad un ginecologo che consiglierà un metodo contraccettivo adatto. La pillola rappresenta il sistema in assoluto più sicuro per proteggersi da gravidanze indesiderate: oggi ne esistono di molto leggere, con un dosaggio ormonale limitato, adatte anche alle più giovani.

Per maggiori informazioni puoi consultare il sito www.sceglitu.it oppure chiamare il numero verde della contraccezione 800.555.323 (attivo nei giorni feriali dalle 14.00 alle 17.00).

Se hai dubbi o domande, puoi anche rivolgerti al Consultorio Giovani di Feltre il giovedì pomeriggio dalle 14.00 alle 16-00, oppure contattaci al numero 0439 883170 o via mail: nuvoleinviaggio@consultoriogiovanifeltre.net

Questa settimana vi presentiamo un libretto nel quale sono riportate diverse “bufale”, ossia false credenze riguardanti il sesso, pensato SessoSenzaSorprese-294x300e coordinato dalla SIGO (Società italiana Ginecologia e Ostetricia) dal nome “Scegli tu”, un programma di informazione sulla contraccezione. 

In esso sono contenute delle affermazioni di senso comune.. vedremo una a una durante l’estate se sono vere.. oppure no..!!

Iniziamo con quella che ci sembra più a tema visto il caldo e il sole di questi giorni..

Non ci è infatti venuta voglia di andare in vacanza..?! Magari al mare, in piscina, al lago..

Ma la gravidanza in questo caso va in vacanza?!

Una affermazione di senso comune che si sente tra gli adolescenti è:

“Non si può rimanere incinta facendo l’amore in acqua!”

Ma sarà vero???

NO ragazzi!! Quando si fa l’amore in acqua è possibile rimanere incinta!

Fare l’amore in acquaIMG_20150707_110104 può risultare molto piacevole (l’acqua aiuta a rilassarsi) ma non è certo un modo valido per evitare gravidanze indesiderate!
Non è vero che gli spermatozoi muoiono, ne che si diluiscono.

L’unico modo per non correre rischi è utilizzare metodi contraccettivi sicuri!

Per maggiori informazioni puoi consultare il sito www.sceglitu.it oppure chiamare il numero verde della contraccezione 800.555.323 (attivo nei giorni feriali dalle 14.00 alle 17.00).

Se hai dubbi o domande, puoi anche rivolgerti al Consultorio Giovani di Feltre il giovedì pomeriggio dalle 14.00 alle 16-00, oppure contattaci al numero 0439 883170 o via mail: nuvoleinviaggio@consultoriogiovanifeltre.net

..E buone vacanze!!

Continuiamo con le domande segrete della scuola media di Pedavena. Cos’è un orgasmo, come e perchè succede??

L’orgasmo non è un semplice atto fisico, ma porta con sè un insieme di sensazioni, pensieri, emozioni e, se si è in coppia, un’alta carica affettiva.

Partendo da questo presupposto e per rispondere alle vostre domande..

..L’orgasmo consiste in un picco di piacere sessuale. Nei maschi vi è la sensazione dell’inevitabilità dell’eiaculazione, seguita dall’emissione dello sperma e contrazioni ritmiche dei muscoli perineali, degli organi riproduttivi e dello sfintere anale. Nelle femmine l’orgasmo è caratterizzato dalle contrazioni (non sempre percepite soggettivamente come tali) della parete del terzo esterno della vagina (primi 3-4 cm del canale vaginale) e dalle contrazioni ritmiche dell’utero e dello sfintere anale.MF

..é possibile raggiungere l’orgasmo sia attraverso il rapporto con un patner, sia attraverso la masturbazione. Nel primo caso si tratta di un rapporto sessuale condiviso con un’altra persona, nel secondo l’orgasmo viene raggiunto attraverso la stimolazione personale degli organi sessuali. In entrambi i casi è possibile raggiungere il picco di piacere sessuale: per l’uomo attraverso la stimolazione del pene, per la donna attraverso la stimolazione del terzo esterno della vagina (prima parte del canale vaginale) e/o del clitoride.

A livello biologico, l’orgasmo è diverso nell’uomo e nella donna.

Nell’uomo, l’orgasmo è determinato da una scarica ormonale. Quando l’uomo si eccita, il pene diventa eretto, questo perchè i corpi carvernosi, che si trovano all’interno del pene, si riempiono di sangue e fanno che si che l’organo genitale si inturgidisca. L’eccitazione, nel corso del rapporto, può essere variabile, non è quindi detto che la durezza del pene sia sempre la stessa durante il rapporto. Quando l’uomo arriva alla massima eccitazione, avviene la scarica orgasmica, caratterizzata dell’eiaculazione, ossia dal rilascio di liquido seminale che viene espulso all’esterno grazie alle contrazioni dell’uretra. Questo liquido, comunemente chiamato sperma, è formato per l’1% da spermatozoi, per il 39% da liquido secreto dalla prostata e per il 60% da fruttosio. Inoltre l’orgasmo è caratterizzato da una serie di brevi contrazioni dei muscoli perineali e bulbocavernosi al ritmo di 0,8 secondi per 3-10 volte. Subito dopo il pene perde l’erezione e torna allo stato di non eccitazione.

Nella donna, l’eccitazione è prettamente mentale, ciò significa che la componente affettiva, molto più di quella ormonale, gioca un ruolo fondamentale nello svolgimento dell’atto sessuale. Esistono due tipi principali di orgasmo: vaginale e clitorideo. Prima di descriverli, è importante sottolineare che la donna non sempre arriva a provare orgasmo, sia per mancanza di un’adatta stimolazione, sia per la mancanza di coinvolgimento affettivo.
Nell’orgasmo vaginale è coinvolta la prima parte del canale vaginale, le cui pareti si irrorano di sangue, avvolgono più strettamente il pene, dando la sensazione di piacere che caratterizza l’orgasmo. Quando invece viene stimolato il clitoride, questo si inturgidisce e determina la scarica orgasmica: tale tipo di piacere è simile a quello provato dall’uomo ed è anche più semplice da raggiungere. Spesso però, a causa della macanza di informazione, quest’organo non viene stimolato correttamente.. O non stimolato affatto!MF2

Quando l’orgasmo avviene con un partner è un momento molto importante, che lega la coppia: ma non si tratta di un punto di arrivo, ma della condivisione di un percorso affettivo che non si esaurisce con l’atto sessuale.

Fare l’amore con il proprio partner è importante.. Ma non solo per il piacere che ne deriva! Infatti, sia durante, sia dopo l’atto sessuale, vengono rilasciati degli ormoni che hanno una funzione importantissima per la coppia! Questi, hanno la funzione di aumentare il desiderio di vicinanza e l’attaccamento verso il partner.

Fare l’amore, quindi, rafforza il rapporto e ne consolida i sentimenti.

Per questo motivo è importante essere consapevoli che l’orgasmo non è una semplice conseguenza di un atto puramente fisico, ma porta con se un’alta carica affettiva, sentimenti di forte unione e aumenta la vicinanza tra due persone. Rafforza quindi il rapporto, ed è per questo che è bene ricordare di non prendersi mai gioco dell’altro e delle emozioni che fare l’amore gli fa provare.

Infine, ricordiamoci sempre che ogni persona è un’identità unica e ognuna di essa proverà piacere in modo diverso: l’amore non si fa mai da soli, ma in coppia! Perchè questo sia sodddisfacente per entrambi imparate a comunicare fra di voi i vostri desideri, cosa vi piace e cosa no, così come i sentimenti che provate. Fare questo non solo aumenterà la vostra complicità, ma vi porterà a vivere la vostra sessualità con maggiore serenità, libertà e piacere!

 

Flash up! Il diario – speciale affettività     

(nero con scritta verde e verde con scritta nera)

Costo: € 9,90

Una straordinaria proposta per gli adolescenti: un diario scolastico a misura di studente che propone come filo conduttore le emozioni … Flash up! Cioè… emozionarsi. Ogni giorno, da settembre a giugno, i ragazzi sono portati a scoprire e riscoprire le proprie emozioni attraverso una compagnia quotidiana fatta di brevi citazioni di poeti,                cantanti, attori, sportivi, con domande provocatorie che stimoleranno la riflessione personale.

Un simpatico fumetto e quattro focus approfondiranno di volta in volta un tema (desiderio, progetto, corpo, relazioni, solitudine, amore, sessualità, delusione, fiducia, amicizia), con il linguaggio proprio dei giovani: musica, letteratura, arte, cinema, sport, spettacolo…
Uno strumento innovativo e dinamico utile alla crescita e alla maturazione degli adolescenti.
———————————————————————————————————————————–

 

  Flash up! Il diario – speciale legalità e giustizia       

(nero con scritta arancione e arancione con scritta nera)

Costo: € 9,90
Un viaggio in dieci tappe, quanti sono i mesi scolastici, per rivalutare la bellezza di impegnarsi per la propria città e per il bene comune, perché anche gli adolescenti possono essere protagonisti nel quartiere dove vivono e nel luogo dove trascorrono la maggior parte delle loro giornate, la scuola.

Ogni mese sarà ricco di curiosità, domande-provocatorie, pagine dedicate all’arte, alla letteratura, al cinema, alla musica, ai personaggi che hanno scritto la nostra storia e a persone che la storia la scrivono giorno

dopo giorno con il loro impegno per la legalità e la giustizia.

Un simpatico fumetto approfondirà di volta in volta un tema (dialogo, rappresentanza, interesse, (in)formazione, libertà, impegno, giustizia, rispetto, città, crederci).

Con Flash-up! e le sue tantissime citazioni di scrittori, cantanti, filosofi, politici sarà affascinante riscoprire l’amore per la città!

Realizzato in collaborazione con il MSAC e l’associazione LIBERA
———————————————————————————————————————————————–

 

Prenota il tuo diario entro il 31 maggio 2015!
Contatta l’incaricato AVE segnalando il tema ed il colore che hai scelto!
Alan Bortolas 3200431826 – alan_zorba@tiscali.it

16-anni-e-incinta-

La gravidanza in età adolescenziale e’ sempre più attuale considerando la fascia d’età compresa fra i 12  e i 17 anni. Questo anche perché si è’ abbassata l’eta al primo rapporto sessuale.

E’ spesso un evento inatteso che ha importanti ripercussioni sulla vita della ragazza ma anche del suo compagno. Li pone di fronte a varie problematiche: l’essere genitori e’ un cambiamento significativo di vita e si verifica proprio nel periodo di massimo cambiamento psico-fisico dell’adolescente stesso.
Dal punto di vista medico vari studi condotti su casistiche americane hanno evidenziato un aumento del rischio ostetrico in termini soprattutto di parti prematuri e tagli cesarei, ma questo e ‘ soprattutto correlato al consumo di alcol, al fumo di sigaretta, al basso numero di controlli ostetrici e all’assenza di figure di sostegno (partner o familiari).
In Italia invece è’ stata dimostrata una diminuzione di tale rischio, probabilmente legata alla rete di sostegno familiare e consultoriale.
E’ importante avere il primo contatto con un’ ostetrica o una figura di riferimento come anche un ginecologo del Consultorio. Ancora più importante e’ sapere che di fronte ad una gravidanza  le possibilità sono molte, sia che si decida di portarla avanti che di interromperla. L’interruzione di gravidanza secondo le disposizioni di legge può ‘ essere attuata con un intervento chirurgico o con un metodo farmacologico sempre sotto controllo medico.
Il primo elemento e soprattutto il più importante e’ quello di considerare insieme le possibilità e gli ostacoli relativi al proseguimento della gravidanza, la posizione del partner, l’eventuale disponibilità dei familiari ad accogliere ed aiutare.
Qualora si decidesse di portare avanti la gravidanza i controlli ostetrici vengono fissati dall ‘ ostetrica del Consultorio o dal medico. Di grande aiuto e’ l’inserimento in un gruppo di preparazione alla nascita che offre aspetti informativi e aiuto nell’ accettare i cambiamenti fisici che si verificano. Quindi si punta a dare sostegno perché spesso è’ difficile per una giovane mamma adattarsi alla nascita del figlio.
Particolare attenzione verrà posta alle abitudini alimentari , al’ integrazione con acido folico per la prevenzione di alcune malformazioni fetali, al fumo di sigaretta o alle sostanze stupefacenti e alla prevenzione delle malattie sessualmente trasmesse.
Se la ragazza dovesse scoprire la gravidanza il primo passo e’ quindi parlarne con una persona vicina o pensare anche al Consultoro in modo da avere più informazioni possibili ed essere guidate nella scelta.
Cerca
Formazione
Lista eventi
  • Nessun evento imminente
AEC v1.0.4
Contatti

Consultorio Giovani Feltre

Orari:
Accesso libero il giovedì dalle 14.00 alle 16.00

Indirizzo:
Viale G. Marconi, 7 Feltre - tel. 0439 883170

Visite
Visite odierne: 137
Visitie totali: 263028