Articoli marcati con tag ‘eiaculazione precoce’

Che cos’è la masturbazione?

La masturbazione pùo essere definita come l’auto stimolo provocato per causare le sensazioni sessuali.
L’uso della parola masturbazione suggerisce che la persona sta maneggiando le parti più sensibili del corpo al punto di procurarsi un piacere intenso che il più delle volte finisce con l’orgasmo (l’orgasmo si riferisce ad un periodo dell’eccitazione intenso provocando sia la produzione di spermatozoi che l’eiaculazione).

Per gli adulti e gli adolescenti la masturbazione finisce generalmente con leiaculazione, il momento in cui il liquido che contiene lo sperma viene emesso.

L’eiaculazione è accompagnata dall’ orgasmo; esso è cosi potente e piacevole che è impossibile paragonarlo a qualunque altra sensazione che il corpo umano può provare.

Fino a poco tempo fa, a causa delle paure e dei pregiudizi attribuiti alla sessualità, era difficile poter parlare della masturbazione…

Sono così caduti i falsi miti e le leggende sul fatto che:

  • l’attività masturbatoria sia l’espressione di menti malate;
  • produca danni al sistema neurovegetativo o ad altre parti del corpo;
  • causi l’abbassamento della vista;
  • sia all’origine della caduta dei capelli, della comparsa dell’acne o di un certo grado di gobba

Ma non ha controindicazioni?
No! Ma solo nel caso in cui l’uso di questa pratica non si trasformi in abuso.

L’abuso va inteso più sul versante psicologico che sul piano fisico.
Ce ne sono due tipi:

1. I nostri pensieri possono essere “intossicati” dall’idea fissa di masturbarsi anche quando non ce ne sarebbe bisogno.
In poche parole, ci riferiamo ai casi in cui il bisogno di masturbarsi diventi talmente incontrollabile da intaccare tutte le nostre attività quali il lavoro, lo studio, ecc.
(per esempio: se quando sei a scuola invece di concentrarti sulle attività scolastiche pensi solo all’idea di masturbarti… bè un pochino ti dovresti preoccupare!).

2. Il secondo tipo riguarda le modalità di eccitazione: se l’eccitazione e l’orgasmo avvengono solo ed unicamente in un modo, per esempio solo guardando, o solo attraverso gesti violenti, oppure solo usando certi oggetti, ecc. possiamo dire con una certa sicurezza di avere un problema connesso all’attività sessuale in generale e masturbatoria in particolare.

Cos’è e perchè si fa la circoncisione?

La circoncisione è un intervento chirurgico a cui gli uomini si sottopongono per motivi religiosi, culturali o di salute. Tecnicamente, consiste nella rimozione chirurgica del prepuzio, cioè della pelle che ricopre il glande lasciandolo totalmente o parzialmente scoperto. Può essere eseguita con il bisturi o, più recentemente, con il laser chirurgico.

In molte popolazioni ha assunto una forte connotazione religiosa(per i musulmani la circoncisione ha un significato simbolico di purificazione spirituale e viene praticata sui bambini dai 5 ai 10 anni; gli ebrei la praticano nei primi giorni di vita del bambino), mentre in altre popolazioni viene fatta soprattutto per motivi igienici.

Oltre a questi, un altro motivo che porta  alla circoncisione è la cura dell’eiaculazione precoce favorita dall’ ipersensibilità del prepuzio che ricopre il glande. Eliminando questa parte di pelle particolarmente sensibile il pene rimane eretto per un tempo più lungo favorendo la qualità del rapporto.

Recentemente, sempre più uomini si sottopongono alla circoncisione anche per motivi estetico-igienici e per la prevenzione delle malattie sessualmente trasmesse: infatti  la porzione di pelle che viene asportata è la più vulnerabile all’infezione. In più la circoncisione stimolerebbe un ispessimento della pelle del glande, che diventerebbe così meno soggetta agli attacchi del virus.

A che età si consiglierebbe “la prima volta”?

Non esiste un’età giusta per la prima volta. Si tratta di un’esperienza sulla quale la persona investe molte aspettative e per tale motivo è importante che  ci arrivi in modo consapevole, condividendo con il proprio partner la scelta del momento, nel rispetto dei tempi e dei bisogni di ciascuno …. quindi senza forzature. Noi operatori sconsigliamo di avere rapporti in età precoce perchè ci possono essere maggiori possibilità di incorrere in esperienze non positive. La prima volta é in sè un momento speciale e per questo è importante che venga fatta con la persona con la quale hai instaurato un buon rapporto, che ti conosce, che ritieni speciale, che ti fa sentire speciale e della quale ti fidi.

Fa male fare l’amore?

Considerando che la vagina è un organo elastico, la penetrazione generalmente non dovrebbe causare dolori. Può a volte risultare dolorosa se c’è rigidità muscolare della vagina per tensioni personali e/o psicologiche. Un’altra causa di questo dolore può essere la presenza di infezioni localizzate in vagina.

Concludiamo il ciclo di risposte alle domande segrete del Liceo Scientifico Dal Piaz introducendo una tematica attuale e delicata:

COME PREVENIRE L’EIACULAZIONE PRECOCE?

Sono moltissime le aspettative con le quali si affronta un rapporto sessuale, soprattutto se si è alle prime armi, per questo è normale che si provino emozioni quali paura (di non essere all’altezza, di non mantenere l’erezione, di eventuali gravidanze, di contrarre malattie sessualmente trasmesse, di non saper gestire le sensazioni…), ansia (legata ad esperienze precedenti fallimentari, oppure di non soddisfare la partner, di essere lasciato per incapacità in ambito sessuale, di essere scoperti…), colpa (legata all’educazione ricevuta). Tutte queste sensazioni influiscono negativamente sulla serenità maschile e sulla capacità di concentrazione e di controllo sugli impulsi eiaculatori.

Si parla di eiaculazione precoce quando essa avviene subito prima o durante l’atto della penetrazione vaginale, senza che il ragazzo possa attuare un controllo volontario sul riflesso eiaculatorio. Perchè sia definito distrubo esso deve avvenire entro uno o due minuti dalla penetrazione durante la maggior parte dei rapporti. L’eiaculazione precoce è la più frequente disfunzione sessuale maschile, colpisce il 25% della popolazione e può insorgere già dal primo rapporto oppure manifestarsi in un secondo momento. 

Essa può avere diverse cause: infiammazioni (prostata, uretra, testicoli, vescicole seminali), estrema sensibilità del pene nella zona del glande, assunzioni di farmaci o droghe che interferiscono con la sfera sessuale, altre patologie (ad es. neurologiche). Anche la sfera psicologica influisce notevolemente sul controllo degli impulsi, infatti si dice che l’eiaculazione precoce trovi le sue radici profonde in un vero e proprio mix di ragioni che va da una forte eccitazione all’ansia da prestazione.

Per prevenire l’eiaculazione precoce è importante

  • sentirsi pronti a vivere serenamente il rapporto sessuale
  • parlarne con la partner. Se ci si sente capiti e c’è un clima di accettazione nella coppia è più semplice affrontare queste situazioni insieme
  • ricercare un luogo e una situazione ideali per diminuire le condizioni che possono interferire (la preoccupazione che i genitori possano scoprirti, aver fatto uso di droghe e alcol, avere rapporti sessuali in ambienti non sicuri – auto, luoghi pubblici…)
  • adottare i  metodi contraccettivi sicuri per proteggersi dalle gravidanze indesiderate (pillola)  e dalle malattie sessualmente trasmissibili (preservativo)
  • sviluppare pensieri positivi che aiutino e potenzino il controllo delle varie fasi del rapporto sessuale
  • rivolgersi al proprio medico di fiducia

In adolescenza ci si deve dare il tempo di conoscere e sperimentare come funziona il proprio corpo e quali sensazioni ed emozioni si provano.

080812i-love-life-DTR

Cerca
Ultimi aggiornamenti
Contatti

Consultorio Giovani Feltre

Orari:
Accesso libero il giovedì dalle 14.00 alle 16.00

Indirizzo:
Viale G. Marconi, 7 Feltre - tel. 0439 883170

Per informazioni
nuvoleinviaggio@consultoriogiovanifeltre.net

Visite
Visite odierne: 54
Visitie totali: 52635
Blogroll