Articoli marcati con tag ‘testicoli’

Riproponiamo questa settimana un altro articolo riguardante le patologie urologiche frequenti in età adolescenziale.

Parliamo oggi di.. Idrocele.. Ne avete mai sentito parlare?!

“Da parecchio tempo ho notato un testicolo più gonfio, liscio, che tende a crescere ma non mi fa male. Cosa può essere?”       image

Potrebbe trattarsi di idrocele, che significa “raccolta di liquido attorno al testicolo”.

Si presenta come un testicolo decisamente più voluminoso dell’altro, indolente (assenza di dolore), a superficie liscia tesa. Se si utilizza al buio una pila si osserva che si tratta di una massa liquida e transilluminabile. Come il polmone è avvolto da una doppia membrana chiamata pleura, il testicolo è avvolto da una membrana chiamata tunica albuginea, all’interno della quale si è formato questo liquido che per lo più è limpido, di colore giallo paglierino.

Nella maggior parte dei casi l’idrocele in età adolescenziale è di tipo reattivo(causato da processi irritativi o traumatici a carico del testicolo che comportano la formazione reattiva di liquido intorno al testicolo), non comporta dolore ed il rigonfiamento può comparire improvvisamente oppure nell’arco di pochi giorni talvolta a seguito di microtraumi o malattie infettive. Una o entrambe le sacche scrotali possono apparire aumentate di volume, molli al tatto oppure molto tese e dure.

Le dimensioni dell’idrocele possono variare nell’arco del tempo, ma solitamente tendono ad aumentare, fino a creare un fastidioso ingombro e una sensazione di peso: possono raggiungere anche il volume di un melone!

Solitamente il testicolo non soffre la presenza di questo liquido che gli sta attorno e non lo danneggia.

Come si cura???

L’idrocele reattivo viene operato quando raggiunge un certo volume e comunque tale da dare un senso di peso e di ingombro. L’intervento che è definitivo e risolutivo viene eseguito in regime di day surgery (in giornata, non prevede il ricovero per più giorni all’interno dell’ospedale). L’intervento consiste nella rimozione del liquido.

Messaggio: se vedi che uno o entrambi i testicoli aumentano di volume, anche se non provocano dolore, rivolgiti ad uno specialista urologo!

Vi proponiamo questa settimana, un altro articolo riguardante le patologie urologiche frequenti in età adolescenziale. Ringraziamo ancora una volta il Dott. Xausa, primario di urologia, per il materiale fornitoci.

Parliamo oggi di.. Idrocele.. Ne avete mai sentito parlare?!

“Da parecchio tempo ho notato un testicolo più gonfio, liscio, che tende a crescere ma non mi fa male. Cosa può essere?”       image

Potrebbe trattarsi di idrocele, che significa “raccolta di liquido attorno al testicolo”.

Si presenta come un testicolo decisamente più voluminoso dell’altro, indolente (assenza di dolore), a superficie liscia tesa. Se si utilizza al buio una pila si osserva che si tratta di una massa liquida e transilluminabile. Come il polmone è avvolto da una doppia membrana chiamata pleura, il testicolo è avvolto da una membrana chiamata tunica albuginea, all’interno della quale si è formato questo liquido che per lo più è limpido, di colore giallo paglierino.

Nella maggior parte dei casi l’idrocele in età adolescenziale è di tipo reattivo(causato da processi irritativi o traumatici a carico del testicolo che comportano la formazione reattiva di liquido intorno al testicolo), non comporta dolore ed il rigonfiamento può comparire improvvisamente oppure nell’arco di pochi giorni talvolta a seguito di microtraumi o malattie infettive. Una o entrambe le sacche scrotali possono apparire aumentate di volume, molli al tatto oppure molto tese e dure.

Le dimensioni dell’idrocele possono variare nell’arco del tempo, ma solitamente tendono ad aumentare, fino a creare un fastidioso ingombro e una sensazione di peso: possono raggiungere anche il volume di un melone!

Solitamente il testicolo non soffre la presenza di questo liquido che gli sta attorno e non lo danneggia.

Come si cura???

L’idrocele reattivo viene operato quando raggiunge un certo volume e comunque tale da dare un senso di peso e di ingombro. L’intervento che è definitivo e risolutivo viene eseguito in regime di day surgery (in giornata, non prevede il ricovero per più giorni all’interno dell’ospedale). L’intervento consiste nella rimozione del liquido.

Messaggio: se vedi che uno o entrambi i testicoli aumentano di volume, anche se non provocano dolore, rivolgiti ad uno specialista urologo!

Proseguiamo con la pubblicazione dei post che descrivono alcune patologie urologiche presenti nei maschi in età adolescenziale.

Ringraziamo ancora una volta il Dott. Xausa per la preziosa collaborazione e gli approfondimenti forniteci.

Parliamo oggi del Varicocele.. Di cosa si tratta?

“Da qualche tempo avverto un senso di fastidio e di gonfiore in sede testicolare, verso sinistra. Questo mi succede specie sotto sforzo o quando sto tanto in piedi.. Cosa può essere?? Ho notato anche che il testicolo sinistro tende a scendere più in basso rispetto al destro ed ho l’impressione che sia più piccolo”.

Il Varicocele è la dilatazione patologica delle vene nello scroto (sacca che racchiude i testicoli).varicocele

I testicoli ricevono il sangue da due arterie, il quale defluisce attraverso una serie di piccole vene localizzate nello scroto e, da qui, il sangue refluisce nella vena spermatica interna (vena testicolare), che a sua volta trasporta il sangue indietro fino al cuore.

In alcuni uomini le vene attorno al testicolo possono allargarsi o dilatarsi (varici): le vene dilatate sono definite come varicocele. Raramente tale patologia è presente nel sesso femminile (varicocele pelvico) ma può essere causa di dolore pelvico cronico.

Insorge solitamente tra i 15 e i 25 anni, eccezionalmente prima, assai di rado nella vecchiaia. Presenta un’ incidenza elevata (circa il 15% dei giovani visitati alla leva); nel 85% dei casi è localizzato a sinistra, nell’11% è bilaterale e solo nel 4% a destra.

La patogenesi (causa) del varicocele non è chiaramente conosciuta, è probabile che sia determinato da una congenita debolezza delle pareti venose associata ad una incontinenza delle valvole: la pressione del sangue, causata dalla posizione eretta, determinerebbe, a lungo andare, la dilatazione delle vene.

Le persone che hanno il varicocele spesso non accusano nessun sintomo (molto spesso si accorgono di averlo perchè non riescono ad avere figli!); in altri casi si può determinare un senso di peso, fino alla dolenzia o, in casi sporadici, dolore specie con il caldo o durante l’attività fisica.

Il dolore associato al varicocele è dovuto all’eccessiva pressione del sangue all’interno delle vene dilatate. Tale aumento pressorio, così come il dolore, aumentano quando si sta in piedi per lunghi periodi di tempo, nell’attività sportiva o sollevando pesi. Le vene dilatate determinano un rallentamento circolatorio con la conseguente diminuzione dell’ ossigeno a livello testicolare ed un modesto, ma significativo, innalzamento termico del testicolo che se si mantiene per lungo tempo può causare infertilità (ridotta capacità riproduttiva). Dopo la cura del varicocele (quasi sempre chirurgica) la funzionalità e il numero degli spermatozoi può avere un netto miglioramento, con una diminuzione significativa dell’infertilità.  Il danno testicolare da varicocele si manifesta anche con una riduzione volumetrica del testicolo, fino ad arrivare in casi estremi all’atrofia.

La visita urologica costituisce una tappa fondamentale per avvallare la diagnosi di varicocele o quantomeno porne il sospetto. é comunque indispensabile una corretta e approfondita valutazione strumentale mediante l’esecuzione di un esame del liquido seminale (spermiogramma) ed un Eco-Doppler (esame non invasivo che impiega gli ultrasuoni, molto simile all’Ecografia, che viene solitamente eseguito con il paziente in piedi in modo tale che le vene ripiene di sangue siano più agevolmente visibili e non dura più di venti minuti)

La soluzione del varicocele passa attraverso un piccolo intervento chirurgico che viene eseguito dallo specialista urologo.

Messaggio: se da tempo avverti un senso di peso in sede scrotale, specie a sinistra, dopo essere stato a lungo in piedi o durante l’attività fisica, è opportuno  verificare mediante una ecografia scrotale ed inguinale l’eventuale presenza di un varicocele.

 

 

Cerca
Formazione
Lista eventi
  • Nessun evento imminente
AEC v1.0.4
Contatti

Consultorio Giovani Feltre

Orari:
Accesso libero il giovedì dalle 14.00 alle 16.00

Indirizzo:
Viale G. Marconi, 7 Feltre - tel. 0439 883170

Visite
Visite odierne: 86
Visitie totali: 282723